Botanica è un progetto commissionato dal PLART a Studio Formafantasma e curato da Marco Petroni. L’obbiettivo era una ricerca intensa e approfondita sulle plastice polimeriche pre industriali, ottenute attraverso la trasformazione e la lavorazione di resine di origine naturale e che vennero utilizzate fino all’avvento del petrolio nella produzione della plastica contemporanea.
Materiali dimenticati e “riscoperti” dalla coppia di designer italiani Andrea Trimarchi e Simone Farresin , che, come degli storici della produzione, hanno ricreato un catalogo delle infinite possibilità che la natura offre nella creazione di materiali sorprendenti e allo stesso tempo funzionali. Sfilano in questa immaginaria galleria materiali come la gommalacca ,il Copal (un substato fossile dell’ambra) la colofonia (derivato dagli escrementi di insetti che popolano le corteccie degli alberi), la gomma naturale, il bois durci (un composto del XIX seco- lo di segatura e sangue animale). I dettagli organici e e le forme che richiamano le piante enfatizzano l’origine vegetale e animale delle resine utilizzate mentre la palette dei colori è basata sui toni naturali dell’ambra in combinazione con materiali naturali come il legno, la ceramica e il metallo.Le textures naturali e i colori simili alle diverse tonalità del miele sono reminiscenze degli oggetti in bakelite del 20° Secolo ma le finiture e i detta- gli sono allo stesso tempo arcaici e contemporanei. Nella Collezione Botanica la plastica è usata come dettaglio prezioso nel tentativo di elaborare una nuova estetica post industriale.

About Studio Formafantasma

Studio Formafantasma è composto da Andrea Trimarchi e Simone Farresin, un duo di designer italiani di base ad Amsterdam. Laureatisi ai masters della Design Academy Eindhoven da subito la loro ricerca si è configura- ta come il tentivo di creare un ponte tra artigianato ed industria, tra gli oggetti e gli utilizzatori e di stimolare un dialogo più ciritico e concettuale sulla scena del design contemporaneo.

Loro obbiettivo è esplorare le problematiche relative al ruolo del design nella tradizione artigiana, alla relazi- one tra tradizione e cultura locale e proporre un approccio critico alla sostenibilità e al significato degli ogget- ti come elementi di trasmissione culturale. Lavori di Formafantasma sono oggi parte di prestigiose collezioni come quella del Victoria & Albert Museum, Vitra Design museum, Stedelijk Museum, Art Institute of Chica- go.